Come vivere sereni

Come riuscire a trovare la “pace” interiore nonostante le difficoltà della vita e le sfide che dobbiamo affrontare quotidianamente? 

In questo articolo condividerò con te alcuni concetti chiave e dopo averlo letto saprai come vivere sereni. 

Queste domande che a prima vista sembrano legittime, in realtà nascono da un errore di fondo, da una visione distorta della realtà. Infatti la pace, così come la serenità sono degli stati interiori che un essere umano dovrebbe provare ad ogni istante….se non li prova è solo perché sta facendo resistenza in qualche modo. 

come vivere sereni

come vivere sereni

Non c’è nessun dubbio sul fatto che un’orologio funzionante indichi con precisione l’ora….mentre si è certi che un orologio difettoso non indicherà l’ora corretta. In maniera analoga, un modo di pensare “corretto” ti permette di percepire la serenità, mentre un modo di pensare “sbagliato” ti costringerà alla sofferenza.  

La sofferenza è solo il risultato del nostro modo di pensare e come spiego nell’articoloLa Guida Definitiva per Uscire dalla Sofferenza“, esiste una differenza tra dolore e sofferenza: il dolore è naturale, mentre la sofferenza è una creazione mentale. 

La serenità è il nostro stato naturale ma non lo percepiamo perché abbiamo una visione distorta della realtà e come affermano i Vangeli 

“Avete occhi ma non vedete” (Mc 8,18) 

L’emozioni negative che proviamo, non rappresentano la normalità così come la malattia non rappresenta lo stato naturale del corpo. Certo, sia l’emozioni negative che la malattia vanno vissute con “sacralità” e accettazione ma non rappresentano lo stato naturale dell’essere umano…come un orologio rotto non lo si considera la “normalità”.  

Il percorso che bisogna compiere consiste nel tornare a percepire chi siamo veramente e questo ci permetterà di vivere sereni. 

Come Vivere Sereni 

come vivere sereni e felici

Esistono tre concetti sulla quale focalizzarsi per vivere sereni e sono: 

  • amare i propri nemici; 
  • hai solo ciò che ti serve; 
  • gli altri sono degli “specchi”; 

1- Amare i propri nemici: 

Non si nasce a caso in un posto e all’interno della nazione in cui vivi esiste già la cultura in grado di migliorarti la vita. L’Italia è stata influenzata dalla religione cristiana e quindi nei Vangeli ci sono gli insegnamenti che più ci servono (meditare, fare yoga ecc… non si “adattano completamente” a noi occidentali).

Prendo spunto dalle frasi del Vangelo solo perché al suo interno si trovano moltissimi spunti di crescita personale, in particolare il concetto dell’amare i propri nemici. Infatti, l’odio che provi nei confronti di qualcuno ti impedisce di vivere nella serenità. Non siamo felici perché proviamo fastidio, odio, ed emozioni negative nei confronti di diverse persone ma se utilizziamo il perdono (nella forma corretta non vuol dire “fare finta che niente sia successo” ma per approfondire ti rimando all’articolo “Il Potere del Perdono“) allora miglioreremo la qualità della nostra vita. 

Più persone odi e meno serenità puoi provare al tuo interno.  

Ecco uno dei principi psicologici su cui i Vangeli insistono:

“Gesù disse ai suoi discepoli: “A voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica. Da’ a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.
Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, che merito ne avrete? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto. “

(Luca 6,27-35) 

Quello dell’amare i propri nemici non è un concetto morale o buonista, ma estremamente tecnico…infatti non puoi vivere nella gioia se all’interno di te, ogni cellula non straripa di felicità e quindi devi imparare ad amare proprio le persone che più di tutte ti danno (e ti hanno dato) fastidio. 

Come nelle arti marziali il tuo rivale ti mostra dove sei più debole, così nella vita il tuo nemico ti mostra su quali aspetti devi lavorare per toglierti degli attaccamenti o per raggiungere una maggiore Integrità. 

Per approfondire ascolta con attenzione questo video. 

Ti è piaciuto il video? allora iscriviti al canale youtube dove ne troverai tanti altri 


ImportanteSe desideri imparare le migliori strategie per gestire le tue emozioni in modo efficace esiste un corso online che ti insegna le migliori strategie per riuscirci.

Lo trovi qui: Padrone delle tue Emozioni  

gestire l'emozioni videocorsi

 


Come Vivere Sereni: Sviluppando la Fiducia 

2- Hai solo ciò che ti serve 

Ciò che ci impedisce di vivere nella Gioia è il pensare che dovremmo essere da qualche altra parte a vivere altre situazioni e non quelle che stiamo vivendo. Ma tutto ciò che viviamo è quello che più ci serve per la nostra evoluzione. Fidiamoci della Vita!

Se vengo tradito da un amico, se mi lascio con il partner, se non mi viene rinnovato un contratto di lavoro, se il mio libro vende poco….ma anche se la mia azienda ha successo, se il rapporto con il mio partner è perfetto, se i miei amici sono fantastici tutto questo avviene perché viviamo solo ciò che più ci serve per la nostra Evoluzione

  • Gli oggetti che hai sono quelli che più ti servono per la tua Evoluzione. 
  • Il posto di lavoro in cui sei, ora, è il migliore per la tua Evoluzione. 
  • Il partner che hai adesso, è quello più adatto per te (e se non hai un partner vuol dire che per te è meglio in questo periodo non averlo) 

Ognuno di noi crea consciamente, ma più spesso inconsciamente tutta la sua realtà. Ciò che chiamiamo destino sono le ferite dell’inconscio che si manifestano nella nostra vita per essere guarite.

Tutti noi viviamo nella paura più totale riguardo a ciò che ci può accadere. Questa paura viene alimentata dai mass-media, dalla Scienza e dalla visione della vita distorta che hanno le persone che sono state i nostri educatori.

In un post sulla pagina facebook scrissi: 

Cara Scienza, 
ti amo perché mi insegni che siamo “nati a caso”. Come poteva un Universo Infinito, governato da Leggi precisissime, e un essere umano formato da 37.200 miliardi di cellule che cooperano perfettamente tra di loro…non “nascere a caso”? 
Grazie ai tuoi scienziati che non conoscono il 95% del funzionamento dell’Universo ho capito che: 
– Gli alberi producono ossigeno casualmente e per “caso” è fondamentale agli esseri umani. Che fortuna!
– Il DNA, casualmente, contiene le informazioni esatte che ci permettono di sopravvivere;
– Casualmente la notte dormiamo, e nel frattempo il corpo ripara tutto ciò che di “danneggiato” c’è nel nostro organismo;
– Casualmente esiste la Forza di Gravità,
-il Sole è nella posizione esatta per permetterci di vivere

Grazie Scienza, perché ora so che può accadermi di tutto durante il giorno…perché tutto succede a caso. Perciò finalmente vivo nella Paura più totale riguardo al mio futuro.

Ti prego solo di liberarti di quei pazzi che vedono nel funzionamento dell’Universo un’Intelligenza Infinita. Sono solo degli stupidi.

Grazie ancora Scienza

Per quanto fossi ironico, stavo analizzando cosa ci mantiene nella paura più totale: il credere che le cose accadano a caso. 

Se tutto succede a caso, allora può succedermi di tutto e quindi ho paura. Se invece capisco che dietro ad ogni evento c’è una Perfezione, un’Intelligenza e una Bellezza enorme allora capisco che tutto ciò che vivo mi serve…allora vivo nella Pace, nella Gioia e nella Felicità. 

Come vivere sereni? Sentendo dentro di sé che viviamo solo ciò che più ci serve 

come vivere sereni

come vivere sereni


Iscriviti al sito per avere tramite email contenuti esclusivi di crescita personale 

[wysija_form id=”2″]


Come Vivere Sereni 

3- la Legge dello specchio

La nostra serenità viene continuamente “attaccata” dall’emozioni negative che proviamo nei confronti delle altre persone. 

Accede quasi senza sosta di notare negli altri “qualcosa” che non va e per questo li giudichiamo convinti che ciò che vediamo di sbagliato sia in loro. In realtà non è così. 

Tutto ciò che amiamo o odiamo degli altri sono aspetti che amiamo o odiamo di noi ( per approfondire leggi l’articolo:”La Legge dello Specchio“) 

Siamo convinti che negli altri ci siano aspetti che devono essere “cambiati” perché abbiamo questa stessa idea nei nostri confronti. Proprio non riusciamo a vedere la Bellezza in noi e quindi non la vediamo nemmeno negli altri. 

Disse loro anche una parabola: «Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutt’e due in una buca? 40Il discepolo non è da più del maestro; ma ognuno ben preparato sarà come il suo maestro.41Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non t’accorgi della trave che è nel tuo? 42Come puoi dire al tuo fratello: Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, e tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello.

(Luca 6, 39)

Tutto ciò che ti infastidisce degli altri sono aspetti che ti infastidiscono di te. Ricordandoti questo concetto ti verrà molto più difficile perdere la tua serenità interiore

Chi è infatti colui che sapendo che l’altro è solo uno specchio lo giudica lo stesso? Giudichiamo, ci arrabbiamo, ci lamentiamo degli altri solo perché non sentiamo che loro riflettono i nostri comportamenti. 

Questo spiega il perché davanti ad un gesto di una persona tu lo puoi trovare fastidioso (perché ti rispecchia qualcosa) mentre io lo posso trovare normale. Se il difetto dell’altro fosse realmente oggettivo, tutti quelli che interagiscono con lui dovrebbero notare quel difetto invece non lo notano tutti ma solo chi entra in risonanza con quel difetto.  

Se hai un collega “stronzo” e chiunque conosci lo considera davvero stronzo è solo perché a tutti quanti vi mostra “alcune parti di voi” (magari vi comportate nel suo stesso modo  ma in un ambito totalmente diverso). La cosa certa però è che se non avessi già quel “difetto” dentro di te non lo potresti percepire nemmeno all’esterno. 

Questo spiega il perché alcune persone ammirano Gesù, Falcone e Borsellino mentre altre ammirano dei delinquenti o persone che fanno parte di associazioni mafiose. Ognuno ammira nell’altro le qualità che già possiede (in “quantità” minore rispetto alla persona ammirata). 

Così mi ritrovo ad ammirare un grande scrittore solo perché anch’io ho quella sua stessa capacità di scrivere bene, ma devo ancora farla “germogliare” del tutto. 

Lo stesso discorso vale all’opposto, e quindi mi infastidisce chi non rispetta gli animali perché anch’io ho quella mancanza di rispetto (magari su determinate persone e non sugli animali). 

Perciò come vivere sereni? 

  1. Amando i propri nemici; 
  2. Percependo che ti accade solo ciò che ti serve; 
  3. Ricordandoti della legge dello specchio; 

In realtà esistono tanti altri principi e strategie che ti permettono di vivere felice e le ho raccolte nell’ebook:” La Felicità è una Scelta“. 

Ti auguro una Felice Giornata (che inizia sempre con un alba meravigliosa e finisce con un tramonto spettacolare) 

Danilo Maruca 

Ti è piaciuto l’articolo su come vivere sereni? Allora leggi anche: