Nella nostra cultura c’è una forte paura di sbagliare e di commettere degli errori. Da quando siamo piccoli veniamo “puniti” per ogni errore che commettiamo e ci viene insegnato che saremo amati solo se ci comportiamo “bene”. 

Se sbagliamo prendiamo brutti voti a scuola; 

Inconsciamente già da piccoli, associamo allo sbagliare, un grande timore. Vogliamo evitare a tutti i costi di commettere degli errori. 

Come vincere la paura di sbagliare? 

Ti spiego alcune strategie per farlo in questo articolo.

Ognuno di noi ha una zona di comfort cioè una zona psicologica fatta di azioni che ci fanno sentire a nostro agio. Uno dei bisogni umani fondamentali è il bisogno di sicurezza infatti non amiamo il cambiamento: ci sediamo sempre allo stesso posto quando mangiamo, al bar ordiniamo il “solito”, frequentiamo sempre le stesse persone, facciamo sempre lo stesso tragitto per tornare a casa ecc…semplicemente perché sono comportamenti che abbiamo ripetuto così tante volte e che ci donano sicurezza.

paura di sbagliare

Lo scopo del cervello è proteggerci da ogni possibile pericolo e farci sopravvivere. Il tuo cervello infatti, reputa sicuro ripetere le azioni che hai già compiuto e rischioso fare nuove azioni. Per questo motivo facciamo difficoltà a parlare a degli sconosciuti per strada, a cambiare le nostre cattive abitudini o a intraprendere nuove azioni più in linea con la persona che vogliamo diventare. Tutto ciò che il cervello conosce lo considera sicuro, tutto ciò che è nuovo lo considera pericoloso.

Se vuoi cambiare, devi espandere la tua zona di comfort. Nel fare sempre le stesse cose non c’é alcuna crescita. Nel momento in cui ti spingi oltre la tua zona di comfort però provi disagio. Perché la tua mente ti sta segnalando che non conosce le conseguenze di ciò che stai facendo e stai mettendo in pericolo la tua sopravvivenza. 

Questo sistema si attiva continuamente anche quando dobbiamo semplicemente chiedere ad una persona che ci piace di uscire con noi. E’ un sistema di difesa che può limitarci enormemente perché annida in noi la paura, il dubbio e la preoccupazione. Ecco perché diventa fondamentale imparare ad agire nonostante la paura.

Alcune persone aspettano che la paura diminuisca o scompaia del tutto prima di intraprendere determinate azioni, e così aspettano tutta la vita. E’ importante capire che non c’è bisogno di liberarsi della paura o che la paura svanisca, si può agire lo stesso. Bisogna imparare a fare in modo che la paura non prenda il sopravvento.

Pensa alla prima volta che hai provato qualcosa di nuovo come guidare la macchina, sicuramente non ti sentiva a tuo agio e c’erano troppe cose a cui pensare ma più ripetevi l’esperienza e più iniziavi a sentirti a tuo agio. All’inizio è tutto difficile e agire nonostante la paura sembra qualcosa di impossibile, ma essendo degli esseri abitudinari se non ci facciamo fermare dalle prime difficoltà, ci abitueremo presto alle nuove sensazioni e inizieremo a sentirci più tranquilli. Da oggi in poi, ogni volta che ti senti a disagio perché stai uscendo dalla tua zona di comfort ripeti a te stesso: ”sto crescendo” e continua ad andare avanti.

La prossima volta che ti senti a disagio, insicuro o timoroso, invece di cercare una “via di fuga” che ti faccia sentire sicuro…vai avanti con decisione.

Quante opportunità perdiamo nel non parlare inglese quando abbiamo la possibilità perché ci sentiamo a disagio, quante volte perdiamo l’occasione di conoscere persone nuove solo perché ci sembra brutto salutarle perché non le conosciamo, quante volte non inseguiamo i nostri sogni perché abbiamo paura di non farcela. Abituati ad agire anche nel disagio perché solo così potrai crescere come persona.

frasi sulla paura di cambiare

Per riuscirci è utile cambiare sé stessi e le proprie abitudini in modo graduale. Esci poco per volta dalla tua zona di comfort. La tua mente è come un nido caldo e sicuro che non ti farà mai spiccare il volo. Se vuoi raggiungere risultati che non hai mai ottenuto devi fare cose che non hai mai fatto. C’è crescita solo nel disagio.

Se vuoi avere una vita diversa, devi diventare una persona diversa. Ogni volta che cerchi di espandere la tua zona di comfort la tua mente tenterà di fermarti. Ma Tu non sei i tuoi pensieri, sei molto di più. Perciò quando la tua mente cercherà di farti restare nella tua zona di comfort rispondigli:” Grazie, ma lo faccio lo stesso”. Nessuno è mai  morto perché è uscito dal proprio “porto sicuro”. Invece la comodità uccide! Uccide i tuoi sogni, le tue ambizioni e la tua crescita. E non puoi permetterlo!!! Perché sei qui per fare cose straordinarie.


Impara:

  • Le 4 Potenti Strategie per Essere il 90% più Felice rispetto ad ora;
  • Il Rituale della Gioia che cambierà la qualità della tua vita per sempre;
  • La trappola della Società che ci vuole tristi e schiavi del sistema produci-consuma-crepa e cosa fare per evitarla;
  • Una Strategia Rivoluzionaria (è la seconda) la trovi a pagina 8;

Lascia la tua email e ricevi i contenuti esclusivi

[wysija_form id=”2″]

 


Vincere la Paura di Sbagliare

1- La paura di sbagliare nasce quando ti giudichi: Abbiamo un’idea di come dovremmo essere che è molto distorta. Ci apprezziamo solo quando siamo perfetti, coraggiosi e intraprendenti. Non accettiamo di avere delle debolezze e di commettere degli errori e quindi ogni volta che commettiamo un errore ci giudichiamo negativamente. 

Ecco una persona che ha ispirato il mondo ma che avrebbe potuto mollare, non lo fece, mai. Alla fine divenne uno dei più grandi presidenti della storia degli Stati Uniti. E’ uno splendido esempio di come non ci si deve mai dare per vinti. 
Le date che segnano il percorso della sua vita :
1816 – La sua famiglia viene sfrattata. Deve lavorare per sostenerla.
1818 – Muore sua madre.
1831 – Fallisce in affari.
1832 – Si candida al parlamento statale: sconfitto.
1832 – Inoltre perde il lavoro: vuole entrare alla facoltà di giurisprudenza ma non viene ammesso.
1833 – Si fa prestare dei soldi da un amico per avviare un’attività e alla fine dell’anno è già in fallimento. Passerà i successivi diciassette anni di vita a ripagare il debito.
1834 – Si candida al parlamento statale: eletto.
1835 – Si fidanza, ma la promessa sposa muore. 
1836 – Ha un grave esaurimento nervoso e rimane a letto sei mesi.
1838 – Cerca di diventare elettore delegato, ma viene sconfitto.
1843 – Si candida al Congresso USA. E’ sconfitto.
1846 – Si candida nuovamente al Congresso, viene eletto, va a Washington e fa un buon lavoro.
1848 – Si candida per la rielezione al Congresso: sconfitto.
1849 – Fa domanda per diventare amministratore demaniale del suo Stato. Viene respinta.
1854 – Si candida al Senato degli Stati Uniti: sconfitto.
1856 – Cerca la candidatura a vicepresidente al congresso nazionale del suo partito. Ottiene meno di cento voti.
1858 – Si candida di nuovo al senato USA. Nuovamente sconfitto.
1860 – Eletto Presidente degli Stati Uniti. 
È la storia di Abraham Lincoln

abraham lincoln fallimento

 

Per quanto tu possa essere bravo, intelligente e capace…sbaglierai spesso. L’importante è capire cosa hai sbagliato e ripartire.

2- Sbagliare è normale: Fallire nella vita è utile per avere successo. Tutte le persone di successo hanno fallito spesso ma non si sono mai arresi e hanno continuato a cercare nuove strategie per raggiungere i loro obiettivi. Per approfondire ti rimando a un articolo scritto appositamente:”Fallire nella Vita è Utile: Ecco il Motivo

3- Non esistono fallimenti solo risultati:  Se sei obeso, questo non è un fallimento ma un risultato. È il risultato di precise azioni svolte con costanza, di un determinato modo di pensare e di parlare a te stesso. Cambiando i tuoi pensieri, le tue parole, e le tue azioni cambia anche il risultato. 

Se hai delle cattive abitudini, non è un fallimento è solo un risultato. 

Se vuoi imparare le migliori strategie per cambiare allora dai un’occhiata a questo:”Sessioni di Coaching

Frasi sulla Paura di Sbagliare

 

frasi sulla paura di sbagliare

 

 

Un esperto è uno che ha fatto tutti gli errori possibili nel suo campo.(Niels Bohr)

 

A ridere c’è il rischio di apparire sciocchi;                                                                                                                                                                                                       

a piangere c’è il rischio di essere chiamati sentimentali;                                                                                                                                                                            

a stabilire un contatto con un altro c’è il rischio di farsi coinvolgere;
a mostrare i propri sentimenti c’è il rischio di mostrare il vostro vero io;
a esporre le vostre idee e i vostri sogni c’è il rischio d’essere chiamati ingenui;
Ad amare c’è il rischio di non essere corrisposti;
a vivere c’è il rischio di morire;
a sperare c’è il rischio della disperazione e
a tentare c’è il rischio del fallimento.
Ma bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla. Può evitare la sofferenza e l’angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata alle sue certezze, è schiava.
Ha rinunciato alla libertà.
Solo la persona che rischia è veramente libera. (Leo Buscaglia)

Il fallimento insegna il successo (proverbio giapponese) 

L’errore ci dona semplicemente l’opportunità di iniziare a diventare più intelligenti.
(Henry Ford)

Ogni sbaglio ci permette di crescere (Anonimo)

 

vincere la paura di sbagliare

Il più grande sbaglio nella vita è quello di avere sempre paura di sbagliare.
(Elbert Hubbard)

Se potessi vivere di nuovo la mia vita (Don Herold)

Se potessi vivere di nuovo la mia vita.
Nella prossima cercherei di commettere più errori.
Non cercherei di essere
così perfetto, mi rilasserei di più.
Sarei più sciocco di quanto non lo sia già stato,
di fatto prenderei ben poche cose sul serio.
Sarei meno igienico.
Correrei più rischi,
farei più viaggi,
contemplerei più tramonti,
salirei più montagne,
nuoterei in più fiumi.
Andrei in più luoghi dove mai sono stato,
mangerei più gelati e meno fave,
avrei più problemi reali e meno immaginari.
Io fui uno di quelli che vissero ogni minuto
della loro vita sensati e con profitto;
certo mi sono preso qualche momento di allegria.
ma se potessi tornare indietro, cercherei 
di avere soltanto momenti buoni.
Che, se non lo sapete, di questo 
è fatta la vita, 
di momenti: non perdere l’adesso.
Io ero uno di quelli che mai
andavano da nessuna parte senza un termometro,
una borsa dell’acqua calda, un ombrello e un paracadute;
se potessi tornare a vivere, vivrei più leggero.
Se potessi tornare a vivere 
comincerei ad andare scalzo all’inizio 
della primavera 
e resterei scalzo sino alla fine dell’autunno.
Farei più giri in calesse,
guarderei più albe 
e giocherei con più bambini,
se mi trovassi di nuovo la vita davanti.
Ma vedete, ho 85 anni e so che sto morendo.

Fare un errore diverso ogni giorno non è solo accettabile, è la definizione di progresso.
(Robert Brault)

Se non fai errori, stai lavorando su problemi che non sono abbastanza difficili. E questo è un grosso errore.
(Frank Wikzek)

Credo che solo una cosa renda impossibile la realizzazione di un sogno: la paura di sbagliare!
(C. Paulo)

E tu hai trovato degli spunti utili per superare la paura di sbagliare? 

Ecco altri articoli da leggere: