La comunicazione paraverbale ti permette di farti capire con il tuo interlocutore. Attraverso il linguaggio paraverbale infatti, comunichi le tue emozioni, i tuoi stati d’animo e le tue intenzioni. La comunicazione paraverbale solitamente, non viene curata o allenata. Eccezione fatta per chi svolge un lavoro in cui la sua comunicazione paraverbale deve essere efficiente tipo: doppiatori, cantanti, presentatori ecc…

La comunicazione paraverbale è molto importante se ci pensi al telefono, le persone si formano un’idea di come siamo attraverso la voce che abbiamo e in un discorso, chi ha la voce più espressiva, rende più semplice il farsi ascoltare.   

i segreti della comunicazione paraverbale

Per comunicazione paraverbale si intendono tutte le caratteristiche della voce, quindi: 

  • Il tono ( può essere acuto o grave);
  • Il ritmo (è l’unione delle pause che permettono di far capire meglio un concetto); 
  • Tempo (corrisponde alla velocità con la quale parliamo);
  • Il volume (è quello che permette di farci sentire anche da lontano);

Lavorando su questi quattro aspetti si può migliorare di molto il proprio linguaggio paraverbale.    

L’errore che più frequentemente si commette quando si parla, è quello di utilizzare sempre lo stesso tono di voce per dire tutto. Sopratutto nei professori si nota questo errore, che spesso parlano di qualcosa di entusiasmante ma lo fanno nello stesso modo in cui esprimono qualcosa di serio. Sembra che non ci sia differenza, ma se invece quando parlano di qualcosa di entusiasmante…utilizzassero bene la voce con le sue caratteristiche, il loro messaggio passerebbe in modo migliore. 

Le persone utilizzano lo stesso modo di comunicare in tutte le situazioni. Questo non permette di trasmettere emozioni e risulta una comunicazione “piatta”. Come uno strumento musicale è in grado di suonare molte melodie diverse, allo stesso modo la voce umana ha tantissime sfumature diverse, ad esempio potremmo: 

  • parlare di amicizia con una voce che emani cordialità; 
  • parlare di scoperte scientifiche con voce autorevole; 
  • discutere di fiducia con una voce sincera;  

In definitiva si tratta di scoprire “le sfumature” possibili che possiede la nostra voce. 

Comunicazione Paraverbale

Ciro Imparato (per approfondire leggi: “La Tua Voce può Cambiarti la Vita”)  è stato uno dei più grandi esperti della comunicazione paraverbale, il suo metodo consisteva nel dividere le varie voci in colori diversi, in modo tale da imparare ad usare la voce giusta alla situazione adeguata: 

  • amicizia ( la voce deve trasmettere simpatia, colore giallo) 
  • fiducia (empatia, colore verde) 
  • autorevolezza (sicurezza, colore blu) 
  • passione ( calore umano, voce rossa)  

1- Trasmettere simpatia: 

Per trasmettere una sensazione di amicizia attraverso il linguaggio paraverbale, l’ideale è sorridere in maniera sincera e costante. Qualsiasi discorso posso fare senza sorridere,non ha lo stesso impatto di quando invece sorrido. Questo tipo di voce deve comunicare disponibilità e amicizia. Per creare una sensazione di amicizia attraverso la voce, devi utilizzare un volume alto, che sia udibile a diversi metri di distanza. Il tempo sarà veloce, il tono alternerà tra l’alto e il basso. Le pause saranno brevi. 

Questo tipo di comunicazione paraverbale è adatto soprattutto: 

  • quando salutiamo un amico; 
  • quando ci presentano qualcuno; 
  • nei casi in cui incontriamo una persona di cui ci fidiamo;

 

linguaggio paraverbale

comunicazione paraverbale: voce gialla

2- Trasmettere Fiducia: 

Quando vogliamo trasmettere fiducia al nostro interlocutore, dobbiamo usare la “voce verde”. Questo tipo di voce la utilizziamo in maniera naturale quando commettiamo un errore e chiediamo scusa in maniera sincera. È una comunicazione paraverbale che rassicura e crea empatia. È la voce che utilizza una persona innocua e tranquilla. Si è portati a pensare che questo tipo di voce sia inutile…ma invece è la migliore per creare empatia e trasmettere fiducia. 

Per crearla bisogna utilizzare un volume medio-basso. Il tono dovrà essere basso, per trasmettere l’idea di tranquillità. Il tempo dovrà essere lento, perché dobbiamo trasmettere rilassatezza. La parte più importante in questo tipo di voce è data dalle pause che dovranno essere esitanti (come quando non sai bene cosa dire e ci pensi su). 

Questa comunicazione paraverbale è perfetta quando:

  • Si vuole tranquillizzare l’interlocutore; 
  • Quando si è una maestra delle scuole elementari;
  • Si vuole trasmettere fiducia; 
comunicazione paraverbale

comunicazione paraverbale: voce verde

 


Impara le migliori strategie di Crescita Personale 

[wysija_form id=”2″]


Linguaggio Paraverbale

3- Trasmettere Autorevolezza: 

Se provo a trasmettere autorevolezza senza aver utilizzato prima le due voci precedenti (quella gialla e quella verde) il mio interlocutore mi prenderà come presuntuoso. Per creare autorevolezza attraverso la voce bisogna parlare con totale sicurezza. Il volume della voce dovrà essere medio-alto, il tono basso, il tempo dovrà essere medio (non veloce, ma nemmeno lento), le pause dovranno essere precise e secche. 

Questo tipo di comunicazione paraverbale è perfetta per: 

  • Le occassioni in cui dobbiamo trasmettere autorevolezza; 
  • Le situazioni in cui dobbiamo dimostrare sicurezza; 
comunicazione paraverbale

voce blu

 

 

4- Trasmettere Passione: 

La voce rossa serve per trasmettere passione ed entusiasmo. Il tono è medio-alto, il volume è alto, il ritmo è incalzante (come se non si volesse fare pausa) il tempo è veloce. 

Lo si usa quando: 

  • Si vuole trasmettere la propria passione; 
  • Si parla di qualcosa che ci entusiasma; 
linguaggio paraverbale

comunicazione paraverbale: voce rossa

 


Segui anche la pagina facebook di Dritto alla Meta 


Comunicazione Paraverbale

Ora che conosci i quattro tipi di voci principali e sai cosa fare per crearli, devi sapere che: 

  • La voce gialla, è come la prima marcia alla macchina, serve solo per partire; 
  • Chi utilizza bene la voce verde, ha più probabilità di apparire convincente quando parla di cose serie; 
  • Per una comunicazione paraverbale efficace, si possono utilizzare le quattro voci in successione quindi prima la gialla, poi la verde, successivamente la blu e infine la rossa.  

Quindi da oggi in poi, ti sarà molto più semplice evitare di parlare usando sempre la stessa modalità di voce. Inoltre devi sapere che esistono due tipi di voce da evitare: quella grigia e quella nera. 

La voce grigia ha un tono basso a cantilena, un tempo lento, pause lentissime e un volume basso. Questo tipo di linguaggio paraverbale viene associato alla noia quindi è bene evitarlo. 

La voce nera ha le seguenti caratteristiche: volume alto, tono alto, tempo veloce, ritmo serrato con pause. La voce nera viene associata alla rabbia e all’odio.  Quindi a meno che non sei in guerra con il tuo interlocutore, ti sconsiglio di utilizzare questa comunicazione paraverbale. 

Ora che hai imparato i quattro colori della voce non ti resta che utilizzarli. 

Leggi anche: