Gurdjieff è stato uno dei più grandi alchimisti di tutti i tempi, famoso per aver creato la Quarta Via. I suoi insegnamenti per quanto straordinari, fanno parte di un Piano più Grande. Dietro le scuole che si ispirano a un maestro morto non c’è più una forza viva e palpitante, non c’è più il Fuoco.Ciò che dobbiamo cercare oggi non è il vecchio insegnamento, bensì la nuova veste che questo Insegnamento assume. 

Questi insegnamenti che trovi in questo articolo sono molto utili

3 Lezioni da Gurdjieff

1- Siamo totalmente Meccanici.

“E’ un’illusione quella che i nostri movimenti siano volontari: in realtà essi sono automatici. I nostri pensieri e sentimenti sono ugualmente automatici.”
G.I. Gurdjieff

Sei davvero tu che hai deciso di provare ansia davanti ad un esame o l’hai subita? Hai scelto tu di arrabbiarti con il vicino o hai subito quella rabbia? Crediamo di averlo scelto noi ma in realtà non è così. Se sei stato veramente tu a sceglierlo allora hai il potere di non provare più quelle sensazioni.Quindi se qualcuno ti fa un complimento tu hai davvero il potere di non sentirti apprezzato? Se qualcuno ti offende hai davvero il potere di non sentirti offeso?

Come direbbe Gurdjieff siamo totalmente meccanici e addormentati, siamo dei burattini in balia del mondo esterno. Non a caso la favola di Pinocchio è una favola esoterica che spiega come passare da burattini a veri Umani.

Lezioni da Gurdjieff

Gurdjieff impartiva le sue lezioni e i suoi insegnamenti solo ai suoi allievi

Il fatto che a seconda dello stimolo proveniente dall’ambiente esterno, le persone siano costrette a provare rabbia, imbarazzo o ansia, senza averlo chiesto e senza poterci fare nulla, non le induce a manifestare il minimo dubbio circa la solidità della loro coscienza, della padronanza di sé e del loro libero arbitrio.

Ci tengo a sottolineare che lamentarsi per il troppo caldo o per il troppo freddo, arrabbiarsi per via del traffico, infastidirsi per la fila alla posta sono tutte manifestazioni in cui diamo libero sfogo ai fastidi dell’apparato psico-fisico di cui siamo ospiti. Non è libertà, in quanto anche se c’è lo imponessimo non riusciremmo a non “esternare” quei fastidi. Volere la ferrari, desiderare di avere un fisico super-palestrato non è libero arbitrio ma solo un modo per imitare gli spot pubblicitari, è pura schiavitù rispetto ai desideri dell’apparato psico-fisico di cui siamo ospiti. Non è una scelta dettata dal libero arbitrio, ma un identificazione con i desideri mutevoli della personalità. L’umanità confonde il libero arbitrio con i desideri che vengono inculcati dai mass-media e dalla società. Puoi approfondire questo argomento nel libro di Gurdjieff

Vedute sul Mondo Reale di Gurdjieff

Ordinalo sul Giardino dei Libri

 


2- La Presenza è la via alla Libertà.

Fissa la tua attenzione su te stesso, sii cosciente in ogni momento di quello che pensi, senti desideri e fai.” ( G.I. Gurdjieff)

Essere Presenti è la chiave. Tutto il lavoro pratico su sé stessi inizia e finisce con la pratica della nostra presenza interiore. Questo viene chiamato anche  il Ricordo di Sé. Essere Presenti significa che tutta la nostra attenzione è rivolta sia verso noi stessi che a ciò che stiamo facendo. Attraverso l’osservazione costante non siamo più meccanici e sviluppiamo vera forza di volontà.  Attualmente non siamo in grado di smetterla di fumare, di non mangiare dolci, non riusciamo a rispettare una dieta per una settimana ma attraverso la Presenza si diventa capaci di gestire l’apparato psicofisico come meglio si crede.

La mente umana continuamente proietta ricordi sul passato o anticipazioni sul futuro. Per esempio un essere umano normale se fa la doccia dovrebbe essere totalmente concentrato solo su questa attività e sulle sue sensazioni interne. Invece il 99% della popolazione mondiale quando fa la doccia inizia a pensare a ciò che gli è successo o alle preoccupazioni riguardo al futuro. I bambini vivono con gioia perché sono sempre nel presente, gli adulti invece hanno imparato ad essere infelici e spostano la loro attenzione o su pensieri riguardo al passato o riguardo al futuro. Il passato non esiste, il futuro non esiste e tutte le persone restano con la loro mente intrappolate in una illusione.

Per approfondire puoi leggere questo: Si scrive schiavitù ma si legge libertà 


Scopri le 4 strategie delle persone veramente felici

 

 

 

 

 

[wysija_form id=”2″]


3- Non Lamentarsi

Non Lamentarti (G. Gurdjieff)

La lamentela è energia che togli fuori di te. Se non ti lamenti, quell’energia ti resta dentro e puoi utilizzarla in modo più’ utile. Lamentarsi porta ad altre cose di cui lamentarti. E’ un vero è proprio inquinare l’ambiente. Impara ad essere grato per le cose belle che fanno parte della tua vita e smettila di lamentarti.

Lezioni straordinarie da Gurdjieff

Gli insegnamenti e le Lezioni da Gurdjieff sono diventate famose grazie al libro:”Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto”

Se non ti lamenti, secondo gli insegnamenti di Gurdjieff quell’energia sottile che ti resta dentro va a creare i tuoi corpi sottili tra cui la tua Anima. L’anima non è tua per diritto di nascita perché per la vita che svolge un essere umano è inutile. Per crearla bisogna sforzarsi.

L’anima non ti serve per andare a lavoro o per andare in pensione. Non ti serve per acquistare una casa o per litigare con il vicino (in questo siamo bravissimi anche senza).

L’anima è consapevole di sé stessa. Attraverso gli esercizi di Presenza diventi consapevole di Te e dai del materiale ai tuoi corpi sottili per creare un Anima.

Lezioni da Gurdjieff

Per approfondire ecco alcune risorse:

Articoli consigliati per approfondire

Lezioni da Gurdjieff

Ora tocca a te, cosa ne pensi della Quarta Via e delle lezioni da Gurdjieff?